ANIMATORI & ORATORIO

cs1-girotondogesu-1


L’ “Oratorio” si snoda durante l’arco dell’anno (da metà ottobre fino a maggio), e si realizza principalmente in un appuntamento con cadenza settimanale, un momento “animato” da volontari, fatto di ritrovo, giochi, studio e altre attività, rivolto ai più giovani della Parrocchia. L’oratorio vuole essere un punto di aggregazione, un luogo “familiare” che favorisca l’incontro tra i ragazzi, che vede nel gioco e nelle attività un’occasione per crescere, consolidare amicizie e divertirsi, nel segno di Gesù Cristo. Si lavora perché l’oratorio, per un ragazzo, sia una finestra in più sulla Parrocchia e per l’incontro col Signore, oltre e insieme alla partecipazione alla Messa e alla preparazione ricevuta nel Catechismo.

 Negli anni passati, le attività dell’oratorio erano divise, in base all’età dei ragazzi, in due appuntamenti distinti: L’Oratorio delle Medie è un punto di ritrovo per i ragazzi che si preparano alla Cresima. Accogliamo i ragazzi tutti i sabati a partire dalle 15:00 e dalle 16:00 alle 17:00 ci raduniamo per un momento comunitario di giochi e attività organizzate.

La giornata del sabato si riallaccia all’ora di Catechismo che si svolge dalle 17:00 in poi e culmina nell’appuntamento più importante per i ragazzi, che è la Messa domenicale (Messa vespertina delle 18:00).

L’Oratorio delle Elementari si sviluppa in maniera separata, ma, per quanto possibile, parallela. Il ritrovo è ogni venerdì pomeriggio dopo la scuola per due ore (dalle 17:00 alle 19:00, ma accogliamo i bambini fin dalle 16:30), per un momento di attività, gioco e preghiera, nonché di aiuto ai bambini per fare i compiti, organizzati e seguiti da un gruppo di animatori.

I luoghi sfruttati per le attività dell’Oratorio sono soprattutto il grande prato all’aperto (in caso di bel tempo e nelle ore più soleggiate) e l’edificio per le attività al chiuso adiacente al prato, chiamato affettuosamente “Baracca“, ma ormai ristrutturato più volte. Le iniziative per i ragazzi, comunque, non si esauriscono qui: talvolta vengono proposte attività differenti, come “uscite”, occasioni di volontariato (come la “Colletta alimentare”), cene comunitarie e manifestazioni liturgiche particolari (come quelle della Settimana Santa).

Le attività dell’oratorio sono gestite e preparate perlopiù da un gruppo di giovani parrocchiani volontari che hanno seguito e seguono essi stessi un percorso di formazione, chiamati “Animatori”. Durante l’anno gli animatori donano il loro tempo, il loro ingegno e le loro forze all’Oratorio, accompagnati comunque dal prezioso aiuto di parrocchiani più adulti e in costante collaborazione con catechisti e altri gruppi attivi in parrocchia.


ORATORIO


“ Ragazzi, ragazzi, scendete dai palazzi…!!!”

Ecco il mio primo ricordo del gruppo giovani dei Bassi, uno slogan fatto per le strade del nostro quartiere all’inizio dei primi centri estivi; un invito per tutti i bambini ad unirsi a noi, non solo per giocare ma sopratutto per USCIRE dalle case, essere accolti in un gruppo, in una famiglia,  che avrebbe camminato insieme verso Gesù.

E’ questo spirito che ha sempre guidato le nostre attività!.

Con il tempo il gruppo si è modificato, ci siamo fortificati nella fede, formati nelle tecniche di animazione ed educative, grazie alla guida costante del Parroco e dei vari sacerdoti e seminaristi che si sono susseguiti nel tempo….Don Alessandro, Don Marco, Don Gianluca, Don Leonardo, Don Silvio, ecc.

Sono nati l’Oratorio, i campi fuori, i gruppi dopo Cresima, un nuovo catechismo con Don Milani, la formazione, il gruppo vicariale giovani, e tanto tanto altro!

Molti giovani sono cresciuti in questo contesto, alcuni di noi hanno preso altre strade, altri sono rimasti, mossi dalla voglia di stare insieme e mettersi al servizio degli altri sulle orme di Gesù, superando anche difficoltà ed incomprensioni.

Spesso non ci si rende conto del gran lavoro che c’è dietro a ciascuna proposta o attività, quanta fatica ed impegno, spesso non comprendiamo la grandezza di Dio che opera attraverso di noi, che ci fa scegliere di fare “l’ennesima riunione per i campi” piuttosto che uscire con gli amici.

E’ per questo che tutta la comunità dovrebbe sempre ricordare di essere educante verso i più giovani, di sostenerli, supportarli ed educarli alla vita el buon Vangelo.

Questo è l’augurio di una “non più giovane” per tutti noi.


GIOVANI


RAPPRESENTAZIONI